Curiosità

Consigli utili per il tuo benessere!

Perché l’uovo è il simbolo della Pasqua?



L’usanza di regalare uova il giorno di Pasqua come augurio ha origini antichissime, addirittura millenarie.

Tale tradizione è legata al fatto che la Pasqua cade nei giorni in cui inizia la primavera, stagione che da sempre rappresenta il momento in cui la vita e la natura si rinnovano.

E l’uovo, appunto, simboleggia la fecondità, la vita che ricomincia.

Già gli egizi, ad esempio, donavano uova dipinte ad amici e parenti ad inizio primavera come segno di rinascita, mentre tra i romani si usava dire “Omne vivum ex ovo”, cioè ogni essere vivente proviene dall’uovo.

Con l’avvento del Cristianesimo poi, la Pasqua è diventata il giorno in cui si celebra la Resurrezione di Cristo.

Ma cosa c’entrano le uova con la tradizione cristiana?

Ebbene, la leggenda racconta che tornando dal Santo Sepolcro vuoto, la Maddalena incontrò Pietro che le disse “crederò alle tue parole solo se le uova che porti nel cestino si tingeranno di rosso”.

A quel punto, le uova diventarono immediatamente di un rosso purpureo e Pietro si inchinò di fronte al miracolo.

Da quel momento, ogni anno nel giorno di Pasqua vennero distribuite tra i fedeli uova colorate di rosso, a simboleggiare il sangue versato da Gesù Cristo.

Col passare dei secoli tale tradizione ha acquisito diverse sfumature: in Gran Bretagna e nei paesi anglosassoni nel giorno di Pasqua i bambini corrono a cercare in giardino le uova che il coniglietto ha colorato e poi nascosto tra i cespugli.

In altri paesi come l’Italia invece, si usa scambiarsi uova di cioccolato con una sorpresa dentro.

Data pubblicazione 13 aprile 2017