Curiosità

Consigli utili per il tuo benessere!

Liquirizia: un rimedio… imperiale!



Utilizzata da oltre 5000 anni a scopo terapeutico, la liquirizia presenta numerose proprietà benefiche per il nostro organismo.
Già nel II secolo a.C. infatti, gli sciiti utilizzavano il suo potere rinfrescante per camminare ore nel deserto senza bere.
Ippocrate invece se ne serviva per calmare la tosse, mentre Napoleone la utilizzava per calmare i dolori allo stomaco prima delle battaglie.
Per lungo tempo prodotto esclusivo delle farmacie, fu solo nel 1900 che cominciò ad essere utilizzata nell’industria dolciaria.
Ma quali sono queste millenarie proprietà?
Vediamone alcune insieme.
 
·        Contro la tosse
Grazie alla glicirrizina e all'acido glicirretico contenuti all'interno della radice della pianta, la liquirizia ha il potere di calmare la tosse e favorire l’espulsione del catarro dai bronchi.
 
·        Per il fegato
Recenti studi hanno dimostrato che il consumo di estratto secco di liquirizia può produrre un sensibile miglioramento nelle persone affette da insufficienza epatica cronica.
 
·        Contro i disturbi gastrointestinali
La radice di liquirizia può essere impiegata con successo per trattare e prevenire disturbi gastrointestinali come gastrite, stitichezza e aerofagia.
 
Ma esistono delle controindicazioni al consumo della liquirizia?
La risposta è sì: per coloro che soffrono di ipertensione, è consigliabile il consumo di liquirizia solo in quantità moderate. Ancora più attenzione devo farla le donne che utilizzano la pillola anticoncezionale, in quanto assumere contemporaneamente pillola e liquirizia può comportare un aggravamento di ipertensione e ipopotassiemia.

Data pubblicazione 02 marzo 2017