Curiosità

Consigli utili per il tuo benessere!

Latte, formaggi e yogurt a colazione: l’ideale per dimagrire e regolare la glicemia

I giornali non parlano d’altro, in tv non si perde occasione per invitare l’esperto del momento: da aprile a settembre, come ogni anno, è tutto un proliferare di manie alimentari. Il periodo è propizio anche per le notizie ad effetto, complice lo spauracchio della temutissima prova costume che spinge spesso a voler credere all’efficacia delle diete più strane e prive di fondamenti scientifici o alle mode lanciate da star e subito virali grazie ai social.

Ma il miraggio del recupero della forma ideale e il bombardamento di notizie sull’argomento rischiano di far sottovalutare i reali effetti sulla salute di alcuni regimi squilibrati e di far invece passare inosservate scoperte davvero importanti. Come quella che ti illustriamo di seguito: una notizia piuttosto rivoluzionaria se rapportata alle comuni convinzioni in fatto di diete.

Anche per perdere peso, la colazione è fondamentale

Tutti sappiamo (anche se non tutti mettiamo in pratica questa regola aurea) che il primo pasto della giornata è anche quello più importante: l’organismo deve ricevere dal cibo l’energia sufficiente per rimettersi in moto dopo il riposo notturno e per avere autonomia fino all’ora di pranzo, dunque per coprire le ore di maggiore attività intellettuale e fisica. È anche noto che questo pasto dovrebbe essere il più completo e bilanciato: l’apporto nutrizionale dei suoi alimenti deve quindi essere distribuito nella giusta quantità di carboidrati, proteine, grassi, senza dimenticare vitamine e sali minerali.

La vera novità è invece stata divulgata pochi giorni fa attraverso i risultati di uno studio israeliano, presentati al meeting annuale di ENDO (Endocrinology Society), tenutosi a Boston ai primi di aprile.

Gli effetti del latte e dei suoi derivati su peso, glicemia, diabete

L’abitudine a consumare una colazione abbondante a base di proteine del siero di latte, un pranzo non troppo ricco e una cena leggera si è dimostrata vincente per ottenere importantissimi risultati:

perdita di peso corporeo
• aumento del senso di sazietà
riduzione dei picchi di glucosio nelle persone affette da diabete di tipo 2


Questi gli esiti della ricerca condotta dal team di Daniela Jakubowicz, professore in medicina presso l’università di Tel Aviv. Gli studi sono stati condotti su 48 soggetti sovrappeso o obesi e affetti da diabete di tipo 2, ai quali sono state assegnate con modalità causale 3 tipi di diete con lo stesso numero di calorie ma con differenti fonti proteiche.

Ebbene, il gruppo a cui è stato assegnato il regime alimentare a base di proteine del latte, e quindi comprendente anche yogurt e formaggi, dopo 12 settimane ha fatto registrare il più alto calo ponderale in rapporto ai gruppi cui sono stati assegnati altri tipi di proteine. Non solo. I picchi di gluscosio negli stessi soggetti sono stati minori ed è risultata contrastata l’azione della grelina, l’ormone che stimola l’appetito e quindi regola il senso di fame.

I risultati di questa ricerca appaiono di estrema importanza, in particolare se consideriamo che la maggior parte dei regimi dietetici è destinata a fallire perchè basata su alimenti poco appaganti per il gusto e non in grado di fornire una sufficiente sensazione di sazietà.

La strategia vincente per chi desidera perdere peso e al contempo salvaguardare la propria salute può dunque consistere nel valorizzare l’apporto delle proteine di latte, yogurt e formaggi nell’ambito di una dieta che, non dimentichiamolo, per essere mirata ed efficace deve essere sempre personalizzata a quindi studiata da un nutrizionista.

Data pubblicazione 05 settembre 2016

alimentazione