Curiosità

Consigli utili per il tuo benessere!

Ginepro: proprietà ed utilizzi



Gli antichi romani ne facevano uso sia in cucina che in medicina, per i greci serviva a scacciare gli spiriti maligni e nel 1700 l’abate Sebastian Kneipp ne suggeriva l’uso per scacciare l’influenza e depurare il sangue. Scopriamo il ginepro e le sue bacche dalle portentose proprietà.

Il ginepro (juniperus) fiorisce alla fine della primavera, con bacche di un colore blu-viola ricoperte da una pellicola opaca e in Italia è diffuso soprattutto sulle Alpi e sull’Appennino.

Vediamo insieme alcune delle sue importanti proprietà:
 
1.     Masticarne le bacche facilita la digestione favorendo le secrezioni gastriche.
 
2.     È un antisettico naturale per le vie respiratorie e urinarie.
 
3.     È un ottimo antireumatico: l’olio essenziale di ginepro viene spesso usato per i massaggi.
 
4.     Depurativo per reni e fegato.
 
Come utilizzare il ginepro:

Un ottimo modo per sfruttare le proprietà del ginepro è quello di farne un infuso, lasciando in infusione le bacche dentro un pentolino di acqua bollente per qualche minuto.

Bere un paio di tazze di infuso al giorno infatti depura le vie urinarie, calma la tosse e favorisce la diuresi.

Un altro metodo consiste nel lasciar macerare le bacche schiacciate per due settimane assieme a una scorza di limone in un litro di vino. In questo modo otterremo un macerato di ginepro che assunto dopo i pasti previene meteorismo e bruciori di stomaco.

Data pubblicazione 16 marzo 2017