Curiosità

Consigli utili per il tuo benessere!

Frutta di stagione: i benefici dell'arancia


Dolce, profumata, acidula quanto basta, con il suo bel colore acceso, l’arancia è un frutto dalle innumerevoli proprietà. È conosciuta in tutto il mondo per il suo sapore e per i suoi benefici: la polpa deliziosa e succosa contiene molta vitamina C, flavonoidi ed oli essenziali. Scopriamo insieme tutte le proprietà, i benefici ma anche le controindicazioni dell’arancia:  

Fonte di vitamina C

Questa vitamina ha un ruolo fondamentale nell’organismo perché contribuisce alla formazione di collagene, delle ossa, dei denti, dei globuli rossi, favorisce l’assorbimento del ferro degli alimenti e protegge dalle infezioni. Nell’arancia sono presenti in minore quantità anche la vitamina A e una larga parte di quelle del gruppo B.

Antiossidante

L’arancia contiene flavonoidi e beta-carotene che insieme hanno grandi proprietà antiossidanti.

Contrasta l’ipertensione

Addio pressione alta, bere molto succo d’arancia, ricco di sodio e potassio, aiuta a regolare la pressione arteriosa, diminuendo il rischio di stress, ictus, trombosi e infarti.

Combatte il colesterolo

L’arancia è ideale per combattere il cosiddetto colesterolo cattivo (LDL) essendo una grande fonte di vitamina C, flavonoidi e beta-carotene.

Depurativa

L’arancia ha proprietà che aiutano ad eliminare le sostanze che non sono state metabolizzate e che si sono accumulate nell’organismo. Ha, inoltre, proprietà disinfettanti e microbicide che aiutano a migliorare la salute dell’organismo.

Protegge l’apparato digerente, il colon ed il fegato.

L’arancia è utile per regolarizzare le funzioni intestinali, riesce a placare le crisi diarroiche ma anche a contrastare la stipsi grazie alle molte fibre presenti, soprattutto nella parte bianca.

Favorisce il corretto assorbimento del ferro

La vitamina C aumenta notevolmente l’assorbimento del ferro ed è quindi di grande aiuto per le persone affette da qualsiasi tipo di anemia patologica e non.

Protegge la tua pelle dall’invecchiamento

L’arancia ha proprietà benefiche per la pelle, aiuta a mantenerla idratata e sana. È ideale per stimolare la rigenerazione dei tessuti. Protegge le cellule dall’ossidazione e contrasta la diffusione dei radicali liberi grazie agli antociani. Di conseguenza previene anche l’arteriosclerosi e le malattie causate dall’invecchiamento.

Controindicazioni

Quando si consumano le arance c’è da tenere presente che il loro consumo, specialmente in grande quantità non è adatto a tutti, è specialmente da evitare nei casi di:

  • Gastrite

Il frutto e il succo d’arancia potenziano l’acidità gastrica presente nello stomaco. Quindi, chi soffre di disturbi gastrici deve cercare di evitare l’arancia, come tutto il resto degli agrumi.

  • Cistite

Durante una infiammazione di questo genere, bisognerebbe favorire, attraverso l’alimentazione, l’acidificazione delle urine, per contrastare la proliferazione dei germi che causano la cistite. L’acido citrico, ascorbico e folico, presenti nelle arance vengono subito metabolizzati e rendono meno acide le urine.

  • Diarrea

A causa dell’elevato contenuto di fibre, le arance, consumate intere, sono da evitare in caso di diarrea poiché aumentano il transito intestinale.

  • Persone affette da diabete

Dal momento che le arance hanno un carico glicemico relativamente alto, bere molto succo d’arancia in una sola volta può causare fluttuazioni dei livelli di zucchero nel sangue e può anche portare a complicazioni per i pazienti diabetici o pre-diabetici.

Per chi soffre di diabete dunque, è consigliabile mangiare il frutto anzichè bere il succo d’arancia.

 

Data pubblicazione 07 novembre 2017