Curiosità

Consigli utili per il tuo benessere!

6 stranezze del Perù che nessuno ti ha mai raccontato



Paesaggi suggestivi, antiche civiltà e 10.000 anni di storia rendono il Perù una delle mete più affascinanti al mondo da visitare.
Vediamo insieme alcune curiosità e particolarità di questo paese:

1.     Say my name

Il nome Perù sembra non fosse conosciuto dagli Indios, ma fu invece un’imposizione da parte degli Spagnoli che così denominarono tutte le terre a Sud di Panama da loro conquistate. Pare inoltre che tale nome derivi da una cattiva applicazione della parola Pilù, nome di un fiume locale.
 
2.     Mais a volontà

In Perù crescono oltre 55 diverse varietà di mais, con colorazioni che vanno dal giallo al bianco, viola e nero. Anticamente il mais veniva anche utilizzato come valuta di scambio per i commerci locali.
 
3.     Dita nel naso

Salendo su per gli altopiani del Perù vi capiterà sicuramente di imbattervi in uomini, donne e bambini con le dita nel naso. Se a primo impatto la vostra reazione sarà un misto di stupore e disgusto, non ci metterete molto ad imitarli. Le montagne peruviane sono infatti caratterizzate da un’aria incredibilmente secca e quasi irrespirabile, e l’unico modo per evitare fastidiose screpolature è appunto proteggere le narici con dita nel naso e creme idratanti.
 
4.     Il cugino nobile del lama

L’animale nazionale del Perù è la vigogna, simile al lama o all’alpaca. La sua lana è considerata il tessuto più pregiato del mondo e i capi in lana di vigogna possono arrivare a costare diverse migliaia di euro.
 
5.     Piatti tipici in abbondanza

La cucina peruviana è tra le più variegate al mondo e il Perù è il paese con il maggior numero di piatti tipici:  ben 491!
 
6.     Mr. Potato

L’antenata di tutte le varietà di patate coltivate nel mondo è proprio la patata peruviana. Infatti, mentre le patate furono scoperte e importate per la prima volta dagli spagnoli nel 1562, in Perù veniva coltivata già da oltre 8.000 anni. Attualmente, il Perù è il quarto produttore di patate al mondo e il primo di patate dolci.
 
Insomma, sembra proprio che valga la pena esplorare questo paese così particolare, anche solo per assaggiare qualcuno dei suoi piatti tipici!
Ma non dimenticate di far scorta di fermenti lattici prima di partire, meglio prevenire che curare no?

Data pubblicazione 16 febbraio 2017